prezzo acciaio inossidabile 316l anallergico

La parola acciaio si riferisce a innumerevoli tipi di leghe il cui elemento principale è il ferro.

Il carbonio è considerato il materiale in lega più importante dell’acciaio.

Tuttavia, è possibile trovare altri materiali in lega in diversi tipi di acciaio in quantità minore o maggiore.

La quantità di carbonio nell’acciaio può variare tra il 3% e l’1,5% e in casi limitati può raggiungere il 2,25%.

Le leghe di ferro che contengono meno del 3% di carbonio sono chiamate ferro.

L’Iran è uno dei maggiori produttori di acciaio al mondo.

Arad Holding è diventata uno degli esportatori di acciaio della regione sfruttando l’elevata produzione di acciaio nel paese. Contattarteci  per ulteriori  informazioni.

Le leghe che contengono più dell’1,5% di carbonio sono generalmente chiamate ghisa e la sua forma grezza è anche chiamata ghisa.

Una lega contenente meno del 50% di ferro non è chiamata acciaio.

L’acciaio può essere classificato in termini di composizione chimica e aspetto, che vengono brevemente menzionati.

La densità dell’acciaio è pari a 7,85 grammi per centimetro cubo.

Classificazione degli acciai in base alla composizione chimica

Acciai al carbonio

Questo tipo di acciaio, considerato l’acciaio più utilizzato, contiene ferro e un massimo dell’uno per cento di carbonio.

La differenza tra questi tipi di acciai è principalmente dovuta alla differenza e alla quantità di carbonio in esso contenuta.

L’acciaio al carbonio è classificato nei seguenti tre gruppi in base alla percentuale di carbonio in esso contenuto:

Acciaio a basso tenore di carbonio: è un acciaio che ha un massimo dello 0,25% di carbonio e viene utilizzato su larga scala in opere di ingegneria e strutturali.

Acciaio al carbonio medio: è un acciaio che ha tra lo 0,25 e lo 0,7% di carbonio.

Viene utilizzato principalmente nelle parti mobili

Acciaio ad alto tenore di carbonio: è un acciaio che contiene tra lo 0,7% e l’1,5% di carbonio e raramente fino all’1,5% e viene utilizzato nella produzione di strumenti di ingegneria e monete.

La principale differenza di questo tipo di acciaio è la facilità di lavorazione, saldatura, resistenza allo strappo, durezza e altre caratteristiche simili del ferro e dell’acciaio.

acciaio inossidabile:

Questo tipo di acciaio è in realtà lo stesso acciaio ordinario con un sottile foglio di anti-colore su uno o entrambi i lati.

L’elemento crema è il materiale di lega metallica più importante, che viene utilizzato insieme a ferro, carbonio, manganese e silicio nella produzione di acciaio inossidabile.

L’acciaio inossidabile più comune ha circa l’8% di nichel. Inoltre, nella preparazione dell’acciaio inossidabile vengono utilizzati anche vari altri metalli, da soli o insieme.

Questo acciaio viene utilizzato nella produzione di parti di motori a reazione, apparecchiature e forniture chimiche, posate, utensili da cucina e infine tutti i tipi di dispositivi di taglio speciali.

Metodo di produzione dell’acciaio inossidabile

Ci sono due modi per fare l’acciaio inossidabile.

È costituito da pezzi di acciaio grezzo che vengono martellati, laminati e uniti insieme, oppure può essere realizzato in acciaio fuso e fuso in uno stampo simile al prodotto finito.

Quale metodo di produzione dell’acciaio inossidabile è più efficiente dipende dall’applicazione per cui verrà utilizzato.

La produzione dell’acciaio inossidabile è un processo in più fasi: l’acciaio di scarto viene fuso, fuso in un solido, trattato termicamente, pulito e lucidato.

Questi passaggi sono elencati di seguito, che verranno descritti nel seguito di ogni passaggio.

1) Fusione e colata

Nel forno elettrico ad arco vengono caricati acciaio e metalli legati come cromo, molibdeno, nichel, ecc.

Quando viene posto nella fornace, il metallo viene riscaldato a una certa temperatura al di sopra del suo punto di fusione, solitamente superiore a 2.800 gradi Fahrenheit.

A causa della temperatura, della precisione e del grande volume richiesto, la fase di fusione dura generalmente dalle 8 alle 12 ore.

Dopo che la lega di acciaio è completamente fusa, la miscela viene purificata.

Il gas argon e l’ossigeno vengono iniettati nel forno, dove trasforma le impurità in gas, facilitando la rimozione delle scorie.

Per la maggior parte delle applicazioni, l’acciaio raffinato viene fuso in forme che includono blumi, billette, lastre, barre e tubi. Questi saranno utilizzati come materie prime per i prodotti di laminazione.

La colata può fondere l’acciaio inossidabile nella sua forma finale desiderata creando uno stampo per quel design.

2) Modellatura

La maggior parte degli acciai fusi sono formati mediante laminazione a caldo.

Lastre, blumi o billette vengono riscaldate e fatte passare attraverso grandi rulli e l’acciaio diventa più sottile e allungato.

La laminazione a caldo avviene al di sopra della temperatura di ricristallizzazione dell’acciaio.

Ogni lastra è formata come foglio, lastra o nastro, mentre blumi e billette sono formati come filo e vergella.

La laminazione a freddo viene utilizzata anche quando sono richieste dimensioni più precise o lucentezza superficiale e avviene al di sotto della temperatura di ricristallizzazione dell’acciaio.

La laminazione a freddo utilizza rulli di piccolo diametro con una serie di ruote di supporto per produrre lamiere di acciaio inossidabile piatte e larghe con variazioni dimensionali minime.

3) trattamento termico

Il trattamento termico rinforza l’acciaio inossidabile mediante la ricristallizzazione della struttura deformata.

La maggior parte degli acciai inossidabili subisce un trattamento termico di ricottura.

L’acciaio inossidabile viene riscaldato a una temperatura precisa al di sopra della sua temperatura di cristallizzazione e raffreddato lentamente in condizioni controllate.

Questo processo rimuove le sollecitazioni interne e ammorbidisce l’acciaio inossidabile.

La temperatura, il tempo e la velocità di raffreddamento hanno tutti un effetto significativo sulle proprietà dell’acciaio.

4) Decalcificazione

Un laminato di acciaio inossidabile presenta sulla sua superficie uno strato di ossidi, che deve essere disincrostato per ripristinare la superficie lucida.

I depositi vengono solitamente rimossi mediante pulizia chimica o elettrica. In questo processo, l’acciaio inossidabile viene immerso in un bagno di acido nitrico-fluoridrico.

Nella pulizia elettrica, il catodo e l’acido fosforico vengono utilizzati per far passare la corrente sulla superficie dell’acciaio inossidabile. Questo metallo viene lavato con acqua ad alta pressione senza sfaldarsi e lascia un effetto brillante e brillante alla fine.

5) Duro lavoro

Il duro lavoro è il processo di rafforzamento dei materiali attraverso la deformazione.

Gli acciai inossidabili generalmente si induriscono rapidamente e la quantità esatta è determinata dal grado specifico.

Gli acciai austenitici induriscono più degli altri gradi.

6) taglio o lavorazione

L’acciaio inossidabile viene tagliato secondo una forma e una dimensione specifiche.

L’acciaio inossidabile può essere tagliato con coltelli circolari o lame ad alta velocità.

A volte vengono utilizzati metodi alternativi come il taglio alla fiamma, al plasma e a getto d’acqua.

Per gli oggetti fusi in una fonderia che sono vicini alla forma finale, questa fase di taglio/lavorazione può servire solo a ripulire le linee di accoppiamento, misurare le tolleranze esatte o creare una superficie.

7) Tutto il lavoro

Gli acciai inossidabili possono essere prodotti con un’ampia varietà di rivestimenti superficiali.

La superficie scelta semplicemente non è bella.

Alcuni rivestimenti rendono l’acciaio inossidabile più resistente alla corrosione, più pulito o più facile da usare nella produzione.

In base all’applicazione in cui verrà utilizzato, viene selezionato il tipo di lavoro.

Tipi di acciaio inossidabile

Gli acciai inossidabili si dividono in diverse tipologie in base al tipo di microstruttura che hanno e ogni famiglia ha proprietà uniche.

I tipi di gradi di acciaio inossidabile sono suddivisi nei seguenti gruppi:

Acciaio inossidabile ferritico

Gli acciai ferritici sono acciai inossidabili di grado 400 che contengono alti contenuti di cromo che vanno dal 10,5 al 27 percento.

Tra le proprietà desiderabili di questo gruppo, possiamo citare le proprietà magnetiche, la buona formabilità, la stabilità, la moderata resistenza alla trazione, la resistenza alla corrosione, la fatica termica e lo stress cracking.

Acciaio inossidabile austenitico

Gli acciai austenitici sono gli acciai inossidabili più comuni, suddivisi in sottogruppi serie 300 e serie 200.

La struttura austenitica della serie 300 si distingue per l’aggiunta di nichel.

La serie 200 utilizza anche principalmente aggiunte di manganese e azoto.

Il grado 304 è l’acciaio inossidabile più comune in questo gruppo, chiamato anche acciaio 8-18 perché contiene il 18% di cromo e l’8% di nichel.

Acciai inossidabili martensitici

Gli acciai inossidabili martensitici provengono dalla serie di acciai inossidabili di grado 400.

Hanno un carbonio da basso a medio e contengono il 12-15% di cromo e fino all’1% di molibdeno.

Ogni volta che è richiesta resistenza alla corrosione o resistenza all’ossidazione insieme a un’elevata resistenza a basse temperature o resistenza allo scorrimento ad alta temperatura, vengono utilizzati questi acciai.

Gli acciai martensitici sono anche magnetici e hanno duttilità e tenacità relativamente elevate, il che li rende facili da formare.

Acciaio inossidabile duplex

Questi acciai hanno una struttura mista di ferrite e austenite.

Il loro contenuto di cromo e molibdeno è elevato e contengono rispettivamente dal 22 al 25% e fino al 5% di nichel.

La struttura duplex conferisce all’acciaio inossidabile proprietà desiderabili, inclusa la resistenza alla trazione doppia rispetto a ferritica e austenitica, resistenza alla corrosione e buona tenacità.

Acciaio inox temprato per precipitazione

L’acciaio inossidabile temprato per precipitazione può essere temprato mediante trattamento termico e aumentarne la resistenza.

Questi gradi hanno la più alta resistenza alla trazione tra tutti gli acciai inossidabili.

A questo gruppo appartengono gli acciai inossidabili 17Cr-4Ni, abbreviati in 17-4 PH.

Applicazione di acciaio inossidabile

Automobile e trasporti

L’acciaio inossidabile fu scelto da Ford negli anni ’30 per la produzione delle auto dell’azienda.

Da allora, è stato utilizzato per produrre una varietà di componenti per auto come sistemi di scarico e finiture.

Ha anche molte caratteristiche in altri campi di trasporto come autocisterne e camion della spazzatura.

La sua resistenza alla corrosione e alla ruggine lo rende ideale per il trasporto di sostanze chimiche, liquidi e prodotti alimentari.

I requisiti minimi di manutenzione dell’acciaio inossidabile lo rendono facile e conveniente da pulire e mantenere.

Tecnologia medica

L’acciaio inossidabile è preferito in ambienti puliti e sterili perché è facile da pulire e non si corrode facilmente.

L’acciaio inossidabile viene utilizzato nella produzione di un’ampia varietà di apparecchiature mediche, inclusi strumenti chirurgici e dentistici.

Viene anche utilizzato nella produzione di tavoli operatori, scanner MRI, cannule e sterilizzatori a vapore, impianti chirurgici come protesi articolari e alcune attrezzature di fissaggio come perni.

Costruzione

Grazie alla sua forza, resistenza e flessibilità, l’uso dell’acciaio inossidabile è diventato un elemento vitale nell’edilizia.

Di solito è visto all’interno su banconi, schienali e ringhiere, e viene utilizzato anche all’esterno di edifici con rivestimento alto.

Questa caratteristica dell’architettura moderna è interessante per la sua saldabilità, facile manutenzione e funzionalità generale.

Man mano che ci muoviamo verso gli edifici moderni, l’acciaio inossidabile, un metallo altamente riciclabile, è sempre più preferito per l’uso edilizio.

Con una finitura lucida o granulare, ha caratteristiche belle e può aiutare a migliorare la luce naturale dell’edificio.

Costruzione di aeromobili

Anche l’industria aeronautica preferisce l’acciaio inossidabile.

Grazie alla sua forza e capacità di resistere a temperature estreme, viene utilizzato in varie applicazioni, compresi i telai degli aerei.

Può essere utilizzato anche nei motori a reazione perché può impedirne l’arrugginimento.

Industria alimentare e della ristorazione

Nell’industria alimentare, l’acciaio inossidabile viene utilizzato per produrre elettrodomestici da cucina, pentole e posate.

Utensili come i coltelli sono realizzati utilizzando gradi meno malleabili di acciaio inossidabile. Gradi più malleabili vengono utilizzati per preparare fornelli a gas, pentole e lavelli.

Comunicate con noi  . per vedere i nostri prodotti .

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per votarla!

Average rating 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Your comment submitted.

Leave a Reply.

Your phone number will not be published.

Acquisto del prodotto